La Classificazione
dei DPI

20/03/2017

Classificazione DPI

Requisiti e tipologie

DPI (Dispositivo di Protezione Individuale) sono attrezzature, capi d’abbigliamento e accessori in grado di proteggere l’operatore sanitario dai rischi che potenzialmente minacciano la sua salute in ambito lavorativo.
L’uso e le caratteristiche di tali dispositivi di sicurezza sono chiaramente menzionati nelle linee guida del D.Lgs 81/2008 relative alla sterilizzazione e protezione dell’operatore sanitario verso gli agenti biologici, oltre che nella legge 89/656/CE in merito agli obblighi del datore di lavoro e nella legge 89/686/CE in merito agli obblighi del fabbricante.

Requisiti e suddivisione dei DPI

requisiti fondamentali affinché i DPI di una struttura odontoiatrica siano a norma di legge sono:

  • Marcatura CE e possesso delle certificazioni necessarie;
  • Libretto di istruzioni in lingua italiana;
  • Adeguamento del DPI al fine di minimizzare o eliminare il rischio sul lavoro;
  • Adeguamento del DPI all’ergonomia e alla salute del lavoratore.

I DPI sono suddivisi per il D.Lgs 475/1992 in 3 categorie, ovvero:

  1. DPI che proteggono da rischi fisici modesti e realizzati per prevenire urti, contatto con sorgenti di calore non superiori ai 50°C, radiazione e vibrazioni;
  2. DPI che proteggono da danni di grossa entità che possono condurre anche a morte e realizzati per prevenire inalazioni pericolose, cadute accidentali, contatto con sorgenti di calore non superiori ai 100°C e scosse elettriche;
  3. DPI che proteggono verso tutti gli altri casi di rischio.

DPI utilizzati nello studio dentistico

All’interno di uno studio dentistico i DPI in uso sono quasi esclusivamente utilizzati durante i processi di sterilizzazione e sono costituiti da:

  • Guanti antitaglio;
  • Mascherina di protezione per bocca e naso;
  • Camice impermeabile;
  • Occhiali protettivi.

guanti antitaglio devono essere costituiti da un materiale in grado di resistere alle sollecitazioni meccaniche e a potenziali lacerazioni e spesso sono costituiti da un rivestimento di cotone o kevlar e ulteriormente rinforzati con metalli o speciali leghe.
Molto diffusi negli ambienti odontoiatrici sono i guanti in fibra aramidica, poiché mostrano un’estrema resistenza non solo al taglio ma anche a calore ed usura.

Le mascherine di protezione per bocca e naso sono utilizzate per evitare inalazioni di sostanze chimiche o biologiche potenzialmente infette.

camici impermeabili sono invece realizzati con appositi tessuti capaci di respingere acqua e liquidi di vario genere, resistendo ad eventuali contatti con liquidi corrosivi chimici e biologici.

Per evitare il contatto accidentale di sostanze biologiche o chimiche con la delicata struttura degli occhi, nelle fasi di sterilizzazione dei materiali e degli strumenti dentistici vengono utilizzati occhiali protettivi con protezione laterale o a mascherina.

Inoltre, nei DPI di uno studio dentistico sono anche inclusi tutti i mezzi di protezione del professionista necessari durante una seduta odontoiatrica, quali: guanti sterili monouso, mascherina, occhiali di protezione durante l’uso dei trapani odontoiatrici e camici usa e getta.

I DPI rappresentano da un lato un mezzo di protezione e prevenzione individuale del medico odontoiatra o degli operatori sanitari, ma il loro corretto uso e la loro regolare manutenzione, ove necessaria, assicurano la sicurezza anche dei pazienti, scongiurando potenziali trasmissioni di malattie infettive.

Categorie

Top

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" then you are consenting to this. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close