Mascherine
protettive

30/06/2017

Mascherine protettive

Prevenire l'inalazione di sostanze chimiche con le mascherine monouso

La mascherina monouso utilizzata nello studio dentistico ha un’importanza basilare nella prevenzione contro l’inalazione delle sostanze chimiche utilizzate durante gli interventi e di virus e batteri che possono causare infezioni agli operatori odontoiatrici. Contemporaneamente, ma in misura minore, proteggono anche il paziente da eventuali alitazioni insane da parte degli operatori. 

L’uso della mascherina protettiva assume quindi un’importanza fondamentale appunto per la sua capacità di proteggere la salute del medico dentista e dei suoi assistenti. Per questo motivo, alcune norme sulla sicurezza dei laboratori odontoiatrici ne sanciscono l’obbligatorietà già nelle prime fasi d’indagine dell’apparato orale.

Nei rari casi in cui un medico dentista non utilizza la mascherina protettiva, il paziente ha il diritto di richiederne l’utilizzo, così come gli assistenti invece hanno il dovere di sollecitarne l’uso..

Non bisogna dimenticare l’importanza dell’uso di mascherine colorate. I colori aiutano a rendere l’ambulatorio un ambiente più accogliente e possono aiutare a far sentire più a suo agio il paziente, in particolare i bambini. Le mascherine colorate rendono meno serioso l’approccio tra il medico dentista ed i suoi assistenti con i bambini, così che i piccoli possano sentire meno traumatico il momento delle indagini e dei successivi interventi.

E’ fondamentale, ai fin della protezione, che la mascherina utilizzata nello studio dentistico sia di buona qualità, cioè che abbia un elevato potere protettivo e di filtraggio. In commercio esistono numerose tipologie di mascherine, realizzate con materiali differenti. Tutte coprono l’apparato respiratorio di chi le utilizza, ma non tutte riescono a mantenere lo stesso livello di protezione. La qualità dei materiali utilizzati, ed eventuali accorgimenti atti a migliorarne le funzioni, garantiscono una maggior protezione. Esistono mascherine realizzate in cotone, altre in tnt, l’ormai famoso tessuto non tessuto, e altre realizzate in polipropilene.

Dal punto di vista protettivo specifico, ogni mascherina deve rispettare un livello standard che ne stabilisce l’omologazione all’utilizzo. Le mascherine in puro cotone, hanno sicuramente il vantaggio di essere totalmente anallergiche, quindi più predisposte all’utilizzo da parte di medici dentisti con problemi di pelle molto sensibile. Il livello protettivo varia anche a seconda della consistenza della mascherina e di eventuali inserti assorbenti inseriti. Le mascherine in polipropilene hanno una buona resistenza termica ed una buona assorbenza ma possono generare, nell’uso prolungato, problemi allergici in alcuni soggetti predispostiLe mascherine in tnt sono tra le più utilizzate. Il motivo principale non è solamente quello del minor costo economico. Il tnt è un materiale che si adatta molto bene a diverse tipologie di lavorazione, anche in abbinamento con altri materiali, e inoltre consente un’ottima traspirazione ed un elevato potere di impermeabilità ai fluidi.

Categorie

Top

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" then you are consenting to this. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close